13 aprile 2018

JDL > Prossimi appuntamenti



febbraio 2018
09/01  Caparezza feat. John De Leo > Palafiera - Forlì
12/01  Caparezza feat. John De Leo > Pala Remo Maggetti - Roseto degli Abruzzi

aprile 2018
14/04  A. Mears / R. Cecchetto / E. Zirilli  feat. John De Leo 
> Folk Club - Torino
30/04  John De Leo Trio  > Teatro Petrella - Longiano (FC)

maggio 2018
01/05  John De Leo Grande Abarasse Orchestra > Piazza S. Giovanni - Roma 
05/05  J. De Leo / S. Pappalardo / F. Naddei 
> Palazzo Penna, Segnali 2018 Festival - Perugia 
27/05  John De Leo Trio > Planetario Ulrico Hoepli, Wired Fest - Milano 

giugno 2018
15/06  John De Leo Trio > Eremo Club - Molfetta (BA)

luglio 2018
19/07  John De Leo Quartetto 
> Castello di Porciano, Naturalmente pianoforte Fest - Stia (AR)  

24 gennaio 2018

ARTIMIA > Il Video-documento Sciok


Una produzione di Carosello Records 
e Associazione Culturale Lugocontemporanea


con 
JOHN DE LEO
FABRIZIO PUGLISI

e la partecipazione straordinaria di 
CAPAREZZA


Production assistant  
MONIA MOSCONI

Video editing 
ALESSANDRO MANENTI 

Photography 
GREGORIO ADEZATI 

Camera operators 
GABRIELE SOSSELLA 
TIMON DEGRAAF BOELE  

Sound design 
STEFANO SASSO


Grazie ai vicini e ai condomini 
che hanno partecipato alla realizzazione del documento video, 
in ordine di apparizione:
Guido Neri | Piero Ballardini | Mattia Pasquale | Medjeda Bekkara


e ai preziosi collaboratori nel retroscena:
Letizia Soriano | Chiara Ligi | Angelo Ruta e famiglia | Marco Piretti e Ima Ascensori Srl | Gaetana Liverani e Tiziano Capucci | Casa delle Farfalle - Cervia (Ra) | Massimo Gavelli | Gerardo Ricci | Andrea Salvatori | A.N.G.E.L.O.


Riprese video effettuate tra ottobre e novembre 2017 
a Milano, Lugo di Romagna, Cervia (RA) e Massamalata (GA).

Registrazione audio dell’aprile 2016 
presso Studio Artesuono - Cavalicco (UD) 
Ingegnere del suono Stefano Amerio | Mastering Giovanni Versari 
Missaggio Franco Naddei | Editing Fabrizio Tarroni

Il brano musicale ARITMIA è la terza take di una serie di improvvisazioni 
per voce, live looping sampler, microfono Copperphone
pianoforte preparato, mini massaggiatore elettrico e pianoforte giocattolo.


Tratto dall’Album SENTO DOPPIO (Carosello Records - 2017)

Music First: http://musicfirst.it/it/19957_john-de-leo-fabrizio-puglisi





 [Ph. Miriam De Candia] 


16 gennaio 2018

RIUNIONE DI CONDOMINIO > ARITMIA The Videoclip

(ovvero: manutenzione dell’ascensore)




Vicini e condomini,
consumatori e consumati,
cervelli in fuga e migranti italiani,
abarasse a tutti;

a fronte di un necessario e urgente intervento di manutenzione dell’ascensore, il giorno martedì 23 gennaio 2018
su questa bacheca sarà visibile ARITMIA, il video-documento sciok che testimonia alcuni disagi creatisi dall’inizio di quest’anno.

Aritmia -il brano a commento sonoro del video-reportage- è tratto da Sento Doppio, l’album con Fabrizio Puglisi al pianoforte recentemente pubblicato da Carosello Records.


Grazie per l’attenzione,
l’Amministratore


15 gennaio 2018

Sento Doppio per JazzConvention

Recensione di Fabio Ciminiera  

[Foto di Gregorio Adezati] 

"Se il titolo rivela una chiave di lettura all'ascoltatore, è nella necessità di approcciarsi al disco mantenendo sempre aperte le possibili strade alternative e non attendersi quanto solitamente segue, a esempio, a un'improvvisazione jazzistica o a una sperimentazione contemporanea. [...] La musica presente nel disco vuole sfuggire ai generi e - ancor più ai clichés - ma tiene sempre conto di quanto successo nella storia e quanto i vari maestri - toccati, sfiorati o citati - hanno prodotto. Un riferimento utile da evitare o da aggirare, per i due musicisti, un vocabolario da utilizzare in modo funzionale e comunicativo, eccentrico quanto basta e mai dozzinale".


15 dicembre 2017

IL MANIFESTO > Giochi proibiti in punta di prog



Sento doppio non è un album semplice. Realizzato, in cd e in vinile e con qualche sottile differenza nelle rispettive track-list, dal duo John De Leo e Fabrizio Puglisi, l’album si connota ai ripetuti ascolti come un magnifico cassettone di modernariato sonoro. Detta così può apparire un’affermazione di segno negativo, ma ciò invece palesa – controcorrente – un rimodellamento progettuale dei brani, dato dalla raffinata produzione e operato sulla consapevolezza di aver attraversato per scopo territorialità musicali trasversali.