15 dicembre 2017

IL MANIFESTO > Giochi proibiti in punta di prog



Sento doppio non è un album semplice. Realizzato, in cd e in vinile e con qualche sottile differenza nelle rispettive track-list, dal duo John De Leo e Fabrizio Puglisi, l’album si connota ai ripetuti ascolti come un magnifico cassettone di modernariato sonoro. Detta così può apparire un’affermazione di segno negativo, ma ciò invece palesa – controcorrente – un rimodellamento progettuale dei brani, dato dalla raffinata produzione e operato sulla consapevolezza di aver attraversato per scopo territorialità musicali trasversali.




RECENSITO.NET > “Sento Doppio / o dell’inaudito mondo sonore di John De Leo”

Recensione di Marco La Placa 


[…] De Leo si presenta con “Sento doppio” – ultimo lavoro discografico uscito lo scorso 6 ottobre per la Carosello Records – recuperando l’essenziale concetto di duo insieme al pianoforte di Fabrizio Puglisi, compositore dotato di particolare raffinatezza e sensibilità.

[…] Nell’incognito e sorprendente cammino intrapreso, De Leo è un contemporaneo Michelangelo, scultore che tira fuori non già dal marmo ma dalla voce dell’uomo l’inaudito ancora seppellito, fornendoci lui stesso un punto di vista nell’ultima traccia “Vago Svanendo” (title track del suo primo album) – «qui non è musica solare. Siamo sull’altro versante» , tenero e sperduto, enigmatico e risoluto, lirico e dissonante per rimanere «là, sulle stelle» e lasciarsi trasportare e volare leggeri, come due amanti sospesi, nel cielo di una tela di Chagall.


LEFT > LA VOCE CHE LANCIA SUONI PRIMORDIALI

L’intervista di Alessandra Grimaldi


L’album offre otto brani intensi, che giungono all’ascoltatore spaesandolo a volte, ma che definiscono egregiamente un discorso musicale. Lei ha definito questo lavoro: «Musiche dell’errore e altri fonosimbolismi antiregime», ce lo spiega?

La speranza è che il disco, con tutto il significato che porta con sé, metta in moto interpretazioni proprie. In questo disco uso molto la voce ma non mi interessa solo lo strumento voce, ma il suo essere naturale, dove non c’è niente di pensato a priori; mi accorgo di non imitare solo degli strumenti, ma di lanciare suoni che possano avere un carico di significato, non particolarmente filosofico, anche primordiale.



05 dicembre 2017

Other Shapes > su Vevo




É stato pubblicato su Vevo il video live Other Shapes (searching for) 
di John De Leo e Fabrizio Puglisi Duo con Gianluca Petrella ospite speciale. 
Il brano è tratto dall’album Sento Doppio (Carosello 2017).
Registrazione del 5 ottobre 2016 presso Studio Sonora Bigallo, Firenze. 
Regia Gregorio Adezati | Montaggio Alessandro Manenti